Veuve Clicquot

Identità

Nel 1772, quando fondò il suo “négoce de vins à l’enseigne Clicquot”, Philippe Clicquot aveva un’ambizione: fare qualcosa di completamente nuovo.

Prima conquistò l’Europa poi, nel 1780, la Russia, e gli Stati Uniti nel 1782. Nel 1798, lo raggiunge a capo della Maison il figlio François che si è appena unito in matrimonio a Barbe Ponsardin. Sette anni dopo, la prematura scomparsa di François Clicquot porta la sua giovane vedova di appena 27 anni a prendere le redini dell’impresa familiare. Nel giro di qualche decennio, Madame Clicquot amplia il raggio delle esportazioni su tutti i continenti, perfeziona le tecniche di elaborazione inventando la tavola da remuage e crea, con grande spirito innovativo, il primo champagne rosé d’assemblaggio. Fedele ai valori di creatività e innovazione trasmessi da Madame Clicquot, nel 1877 la Maison veste le bottiglie della prima etichetta gialla, conferendo così al marchio un pregiato segno distintivo.

Oggi Veuve Clicquot è guidato dalla stessa ricerca della modernità e dell’eccellenza e si reinventa di continuo grazie a nuove cuvée e ad audaci innovazioni nel servizio del vino.

vai alla homepage